Venerdì, Set 2021
Ciao Mondo 3!
"/gaming/mouse-e-mousepad/xtrfy-mz1-zy-s-rail-recensione-2021070814185/?start=1" />/gaming/mouse-e-mousepad/xtrfy-mz1-zy-s-rail-recensione-2021070814185/?start=1

Xtrfy MZ1 - Zy's Rail - Recensione

Indice articoli


Il Xtrfy MZ1 presenta una forma e un design mai visti prima d’ora. Questo è stato sin dall’inizio l’intento di Zy nella creazione di un mouse da gaming che potesse essere unico non solo nella forma ma anche nella capacità di ottimizzare l’aim del videogiocatore che lo utilizzasse (tenendo conto della presa ideale del mouse). Come riportato anche nella pagina prodotto del mouse Zy ha confermato come la maggior parte dei mouse da gaming in commercio siano dei semplici ‘’mirror images’’ che tradotto al meglio si intende come delle copie delle copie. Mouse privi di una propria identità e forma che però ne dobbiamo dare atto nel corso degli anni hanno servito e tuttora servono in modo ottimale i diversi videogiocatori sia casual sia professionisti.

Il Xtrfy MZ1 è comunque un progetto personale di Zy per la creazione di qualcosa di nuovo e che potesse scuotere il settore dei mouse da gaming. Abbiamo già accennato come la forma è tuttora in attesa di brevetto da parte di Xtrfy la quale ha ascoltato un veterano del settore e dato forma alla sua visione.

Il Xtrfy MZ1 ha dimensioni di 111 x 52.5 x 36.5 mm ed un peso di 56 g. La presa ideale per questo mouse è la Fingertip ma si riesce, dopo un po' di pratica, ad utilizzarlo perfettamente anche con una Claw. Il mouse offre una perfetta simmetria seppur è destinato esclusivamente ad utenti destrorsi.

Nuovamente possiamo dire che il design è unico e anche interessante (almeno per me). La colorazione si basa su di una scocca interamente in plastica semitrasparente tendente al nero/grigio con un grip perfetto. Infine come trend attuale non potevano mancare fori qui e li (con un senso logico) per ottimizzare il peso finale.

La prima impressione, ironica, che ho avuto del MZ1 è un mouse dalla forma classica che è passato, soprattutto la parte frontale, accidentalmente sotto una pressa. E’ fuori ogni dubbio infatti come la parte frontale sia volutamente appiattita per avere un contatto quanto più immediato e naturale ai tasti principali. Il mouse essendo lungo 111 mm permette infatti di distendere nella maniera più comfortevole che ci sia le principali dita interessate al click dei tasti principali del mouse.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 7 b8fb0

Il dorso del mouse che è l’unica zona/parte leggermente più alta presenta come dicevano dei fori che permettono di intravedere una sorta di display sul quale è illuminato con effetti RGB il nome del brand Xtrfy. (vedere foto successive relative alla retroilluminazione).

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 8 ab477

Spostandoci verso la parte frontale possiamo osservare la presenza di un singolo tasto di forma quadrata che a dispetto di ciò che si potrebbe pensare non è destinato al cambio dei profili DPI ma bensì alla conferma per accedere al menu di personalizzazione RGB o funzioni di regolazione Polling Rate, Debounce tasti e Lift Off Distance (LOD). I tasti principali notiamo come siano separati in modo da ottimizzare i singoli click e non influire durante la pressione l’uno con l’altro.

Gli switch meccanici che adotta l’Xtrfy MZ1 non sono i classici Omron ma i più ‘’particolari’’ e forse poco conosciuti ai più Kailh GM 8.0 che risultano una via di mezzo tra i classici Omron e gli Huano Blu (presenti sui modelli Dream Machines). Questi switch a mio avviso hanno un ottimo feedback tattile e un incredibile spammabilità.

Infine è presenta una classica rotellina di tipo cliccabile. Questa assieme a un set di LED che percorre il perimetro frontale interno dei tasti principali risulta nella seconda e ultima zona di illuminazione RGB del mouse.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 9 ddd62

Proseguendo l’analisi e spostandoci nel lato sinistro del mouse possiamo finalmente vedere o meglio comprendere appieno la forma e design unico che l’MZ1 porta con se. Lateralmente sono presenti due tasti e ulteriori fori a ridurre il peso complessivo del mouse. Non troviamo alcun inserto in gomma o di altro materiale soft. L’intera scocca dell’MZ1 è realizzata in solida plastica. Personalmente trovo questa scelta molto azzeccata e riuscita.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 10 8822c

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 12 670d3

Il lato opposto presente la medesima forma e design essendo un mouse di forma simmetrica ma relegato a utenti destrorsi.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 11 9044d

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 13 f448f

Ponendo il mouse frontalmente notiamo nuovamente la particolare forma scelta oltre all’inserto in plastica anche in questo semitrasparente ma più scuro posto sotto i tasti principali e dai verrà irradiata l’illuminazione RGB frontale.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 14 ee60f

Capovolgiamo il mouse e andiamo ad osservare il design inferiore. In primis notiamo la presenza di mousefeets in PTFE (teflon) dal buono spessore. Non mancano ulteriori fori nella scossa. Informazioni comuni e certificazioni sono poste sotto il mousefeet superiore.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 15 27aec

Inferiormente troviamo invece un singolo tasto che potrà essere spostato in quattro posizioni per permetterci di modificare, come accennato, le principali impostazioni. La procedura è molto semplice (trovate la quick start guide online anche).

  • Posizionando il tasto sulla posizione ideale dovremo accedere con il famoso tasto quadrato posto frontalmente e successivamente con i tasti principali o laterali (solo per l’illuminazione RGB) regolare i valori.
  • Per il Polling Rate i valori sono di 125 Hz, 500 Hz e 1000 Hz.
  • Per il Lift Off Distance i valori sono due e sono 1 mm e 2,5 mm (erroneamente nel video unboxing ho detto 3 mm per il valore più alto)
  • Per il tasto F11 che riguarda il valore di Debounce dei tasti principali i valori sono 2 ms , 4 ms, 8 ms e 12 ms.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 16 38ed9Centralmente troviamo invece il sensore ottico presente che è un Pixart PMW3389 da 16.000 DPI. Sensore Top gamma presente anche in altri mouse già recensiti. Intorno troviamo oltre la scritta del brand Xtrfy anche GLHF che è la classica abbreviazione di Good Luck Have Fun che spesso si scrive nelle chat di gioco. E’ un piccolo dettaglio che chiaramente fa comprendere l’appartenenza al mondo del gaming.

A sinistra del sensore invece troviamo, finalmente, il tasto DPI se qualcuno di voi si fosse chiesto come cambiarli. E’ una collocazione per molti poco pratica ma come ripeto sempre molti videogiocatori e soprattutto quelli professionisti utilizzano una sola risoluzione regolando poi quella della sensibilità in gioco. Il tasto DPI con relativo LED colore profilo potrà impostare i seguenti DPI: 400, 800, 1200, 1600, 3200, 4000, 7200 e infine 16.000 DPI. Ogni risoluzione DPI avrà dunque il suo colore identificativo. Il mouse non ha alcun software di gestione.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 17 5f9d7

Il Xtrfy MZ1 si completa di un cavo in treccia di tessuto chiamato EZCord Pro.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 18 da4cb

Il connettore USB è invece placcato oro.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail 19 3e43f

Vi lasciamo a qualche scatto dell’illuminazione RGB prima di passare ai due accessori ricevuti assieme al mouse che avete già visto non essendo presente alcun software di gestione.

Xtrfy MZ1 ZyS Rail LED 1 1108c

Xtrfy MZ1 ZyS Rail LED 2 f3912

Pubblicità


Corsair

Articoli Correlati - Sponsored Ads